LETTURA TAROCCHI via e-mail e on line
LETTURA TAROCCHIvia e-mail e on line

Informazioni

Il mio sito web

Sul mio nuovo sito avrete modo di avere letture personalizzate veloci e private.

VIIII
L'EREMITA
E se l'eremita parlasse...
"Sono arrivato alla fine della strada, là dove l'impensabile si presenta come un baratro. Davanti a questo nulla non posso più andare avanti. Posso soltanto indietreggiare, contemplando la strada percorsa. E ogni volta che indietreggio, compongoo davanti a me una realtà. Tra la vita e la morte, in una crisi continua, tengo accesa la mia lanterna, la mia coscienza. Mi serve, ovviamente, per guidare i passi di chi mi segue lungo la via che ho aperto. Ma risplende anche per segnalare me stesso. Pian piano mi sono liberato da ogni vincolo. Non appartengo più ai miei pensieri. Le mie parole non mi definiscono. Ho sconfitto le passioni: libero dal desiderio, vivo nel mio cuore come in un albero cavo. Il mio corpo è un veicolo che vedo invecchiare, passare, svanire come un fiume dalla corrente inarrestabile. Non so più chi sono, vivo nella totale ignoranza di me stesso. Per arrivare alla luce mi addentro nell'oscurità. Per arrivare all'estasi, coltivo l'indifferenza. Per arrivare all'amore per tutto, mi ritiro nella solitudine. Lungo il cammino della volontà ho raggiunto la cima più elevata. Sono fiamma, poi calore, poi luce fredda.

Eccomi quì a risplendere, a chiamare e ad attendere. Ho conosciuto la mia solitudine completa. Ho compiuto la mia missione. Ora soltanto tu puoi proseguirla. Sono l'attività infinita della passività. Come una coppa, offro il mio vuoto perchè venga colmato. Poichè mi sono aiutato da solo, adesso aiutami tu."